martedì 24 marzo 2015

Gli Eccentrici: Horacio Quiroga e Norberto Luis Romero

Horacio Quiroga e Norberto Luis Romero.


Questi i primi due Eccentrici della collana pubblicata da Edizioni Arcoiris che ho deciso di leggere, per scoprire e farmi un'idea di un nuovo volto della letteratura latinoamericana.
Due autori di nicchia che mi hanno permesso di allargare i miei orizzonti all'interno di un genere che amo molto.
Ecco quindi il criterio della mia scelta: una penna del passato e una penna contemporanea. 

Lo sfondo è sempre lo stesso, il caldo del Sud America, le strade polverose e una lontana influenza di realismo magico che aleggia tra le pagine di alcuni di questi racconti.

I Perseguitati di Horacio Quiroga




Pioggia che si abbatte fuori dalla finestra e ossessioni che rimbalzano tra le pareti della casa di Leopoldo Lugones. Così comincia il racconto, così Quiroga trasmette la sua caratteristica cupezza, attraverso la pioggia e le ossessioni.

Autore molto controverso, già dall'infanzia stringe un rapporto molto stretto con la morte, tra incidenti e suicidi di familiari e amici. Quiroga però è stato in grado di dare il via a quello che viene definito il racconto ispanoamericano moderno.

I Perseguitati si presenta come una partita di scacchi tra persecutore e 
perseguitato, nella quale i ruoli si invertono, si fondono in un ritmo serrato caratterizzato da influenze alla letteratura di genere più classica.
Un racconto molto vicino al Cuore Rivelatore di Edgar Allan Poe, al quale lo stesso Quiroga si ispirava, portandosi dietro le aspre critiche di autori del calibro di Borges.

Il protagonista omonimo dell'autore vuole sondare gli angoli più bui della nostra psiche, angoli nei quali paure e paranoie sono nascoste. 

Il modo per farlo è rapportarsi e giocare con chi queste ossessioni le ha razionalizzate.

Ottima in questo caso, sia la traduzione che la bellissima prefazione di Giulia Zavagna che riesce a contestualizzare uno scritto non semplice e che permette di apprezzare ancora di più queste settanta pagine.



"Bisogna leggere Quiroga."
Un invito che non fa solo il sottoscritto, ma che viene dalla bocca di chi questo tipo di letteratura l'ha rivoluzionata: Roberto Bolaño.
E se lo consiglia Bolaño un motivo ci sarà.


Istantanee d'Inquietudine di Norberto Luis Romero




Meno d'impatto è stato a mio avviso lo scritto di Romero, autore argentino molto apprezzato e premiato in Spagna.
I suoi racconti sono un'orgia tra il reale e il fantastico. Nascono da idee molto originali, partorite tutte da situazioni legate alla nostra realtà, che si intersecano a elementi fantastici e paradossali.
Non posso fare a meno di citare la particolarità di racconti come "L'ultima piangitrice" o "Il fiore azteco".
Sicuramente originali ma purtroppo senza mordente. 

Una miscellanea fatta di idee veramente particolari, con un buonissimo sviluppo dalle tinte simboliste, ma che si perdono in finali che non aggrediscono il lettore. Il paragone a Cortázar e Borges è purtroppo lontano anni luce.

Rimane comunque raccolta consigliata a chi cerca letture atipiche e d'intrattenimento.


In conclusione, Gli Eccentrici si rivela essere una proposta fresca e di cui il panorama italiano aveva bisogno. La mia esperienza è stata tutto sommato positiva, approfondirò ulteriormente il loro catalogo e questi scrittori da noi poco conosciuti, particolari, in parte tormentati, che scrivono coperti e nascosti da un perenne rumore di pioggia.



Forse può interessarti: 

10 commenti:

  1. ciao! Se ti appassiona la letteratura sudamericana ti consiglio (se non lo conosci) Joao G. Rosa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non lo conosco :) Da quale libro mi consigli si iniziare?

      Elimina
    2. Se esiste ancora, dalla raccolta di racconti "Saragana", della Feltrinelli. Se non la trovi, procurati qualcosa di breve suo, per abituarti allo stile. Altrimenti, lui è noto per il romanzo "Grande Sertao". Buona caccia!

      Elimina
    3. Grande Sertao devo leggerlo anch'io, l'ho conosciuto grazie al consiglio che mi ha dato Romana Petri per il mio blog... Interessante questa collana de Gli Eccentrici, mi sono già segnata qualche titolo...

      Elimina
    4. Io il prossimo che recupererò sarà "Un viaggio terribile" di Arlt! Ho scoperto questa collana con estremo piacere. Tra questa e il catalogo SUR un appassionato di genere si può perdere :) Quali titoli ti hanno colpito?

      Elimina
    5. Mi sono segnata per ora "Favola selvaggia", "I perseguitati" e "Un viaggio terribile", ma sarei interessata anche ai contemporanei, per ora un po' alla cieca...

      Elimina
    6. Io con Romero non ho avuto una bella esperienza. Potrebbe essere anche valido ma va lontano dai miei gusti personali. Diciamo che ho imparato una cosa: con i sudamericani contemporanei bisogna andarci con le pinze.

      Elimina
    7. Quello che mi incuriosisce di più è Marcelo Damiani...
      Ero tentata anche di leggere "Passeremo per il deserto" di Diego Zúñiga (Caravan Edizioni), anche se mi frena la giovanissima età, temo che sia molto immaturo... Lo conosci?

      Elimina
    8. Non conosco nessuno dei due pur avendoli adocchiati nei rispettivi cataloghi.Se fai la pazzia aggiornami :)

      Elimina